Proteggi il tuo udito!

Il cervello umano percepisce il suono grazie a un organo a forma di spirale che si trova nell’orecchio interno e che si chiama coclea.

Questo organo è ricoperto da migliaia di piccoli peli che reagiscono alle vibrazioni delle onde sonore trasformandole in impulsi elettrici che il cervello è in grado di decodificare.

Quando le orecchie sono esposte a rumori intensi, questi piccoli peli si danneggiano e si verifica la perdita dell’udito. A volte anche i rumori brevi ma molto forti (come quelli emessi dai fuochi di artificio o da un’arma da fuoco) possono portare a questo risultato, ma in genere la responsabilità maggiore è da attribuire a una regolare esposizione a onde sonore troppo intense (ascoltare la musica a un volume eccessivo, lavorare in un ambiente estremamente rumoroso).

Buona parte del processo per proteggere questo senso delicato consiste nel riconoscere quando il suono raggiunge un’intensità potenzialmente dannosa.

In questo modo hai un’idea più chiara di cosa dovresti evitare.

Un’esposizione prolungata ai rumori che superano gli 85 decibel è considerata dannosa per le orecchie.

Per riuscire a quantificare cosa rappresenta questo valore, leggi questo elenco:

  • Conversazione normale: da 60 a 65 dB;
  • Motocicletta o tagliaerba: da 85 a 95 dB;
  • Musica in discoteca: 110 dB;
  • Musica riprodotta da un lettore MP3 al massimo volume: 112 dB;
  • Sirena dell’ambulanza: 120 dB.

Mettendo in pratica delle misure preventive per ridurre i livelli di rumore anche solo di pochi decibel, apporti un grande beneficio alle tue orecchie.

Questo perché a ogni incremento di 3 dB dell’intensità delle onde sonore la quantità di energia sonora rilasciata raddoppia.Di conseguenza, la quantità di tempo che puoi trascorrere ad ascoltare in maniera sicura un determinato suono diminuisce rapidamente con l’aumentare del volume. Per esempio, puoi passare tranquillamente 8 ore ad ascoltare un suono a 85 dB, ma puoi restare esposto, in maniera sicura, a un suono di oltre 100 dB solo per 15 minuti.

Se non puoi conversare con una persona che si trova a due metri da te senza gridare, allora il rumore ambientale è troppo intenso e sta danneggiando l’udito.