Patologie dell'orecchio

PATOLOGIE DELL’ORECCHIO
Tra i più comuni sintomi dei disturbi all’orecchio troviamo le ipoacusie, le ostruzioni e gli acufeni e le vertigini.

IPOACUSIA
L’ ipoacusia è una diminuzione dell’udito che interessa una o entrambe le orecchie. È una delle patologie più presenti nella nostra società.  La sua prevalenza varia da circa lo 0,2% sotto i 5 anni a oltre il 40% sopra i 75 anni. La perdita d’udito può derivare da un normale invecchiamento dell’apparato uditivo o da particolari problemi collocati in una delle tre parti dell’orecchio: esterno, medio o interno. Laddove l’ipoacusia non può essere risolta con un intervento medico, può essere corretta con un apparecchio acustico nella maggior parte dei casi.

TAPPO DI CERUME
L’accumulo di secrezione ceruminosa nel canale uditivo esterno crea il cosiddetto tappo di cerume. Una minima quantità di cerume è indispensabile per proteggere l’orecchio da particelle dannose e per mantenere una certa umidità ma un eccesso di tale sostanza può aumentare il rischio d’infezione e causare differenti disturbi. Una volta effettuato l’esame otoscopico l’otorino procede con la tecnica di pulitura più adeguata per il paziente. Dal lavaggio auricolare, all’aspirazione, dalla rimozione mediante pinzette otologiche alle gocce emollienti e lubrificanti.

ACUFENE
Fischi, ronzii, fruscii nell’orecchio? A volte fastidiosi rumori di fondo si possono si percepire in uno o in entrambi gli orecchi, oppure genericamente all’interno della testa. Questa sintomatologia viene definita acufene ed è il risultato di uno sbilanciamento delle vie uditive. Gli acufeni vengono  percepiti come un’invasione del nostro “diritto” al silenzio, disturbando la quiete, la concentrazione sul lavoro e/o il sonno.

Le motivazioni possono essere molteplici. Anche una perdita di udito può acuirli e la qualsiasi cosa tenda a stressare il meccanismo uditivo può aumentarne la percezione.

Per tale motivo è importante correggere le perdite uditive con appropriati ausili e con la loro giusta regolazione, come parte della terapia globale dell’acufene.

VERTIGINI
Le vertigini, infine, anch’esse possono essere  riconducibili a patologie otorinolaringoiatriche. La sensazione illusoria di movimento che determinano, infatti, può essere attribuito ad una disfunzione localizzata nell’orecchio, dato che, quest’ultimo, è un organo anche impiegato al mantenimento dell’equilibrio.